Panoramico del taglio laser

Massima qualità, massima precisione

Quando si taglia con il laser il fascio è focalizzato sul materiale attraverso il foro nell'ugello, questo riscalda il materiale e lo fonde. Un gas di taglio, che scorre co-assialmente attraverso l'ugello, rimuove il materiale fuso. Grazie al suo piccolo punto di messa a fuoco, il taglio laser è noto per la sua alta precisione.

È possibile riscontrare tre diverse approcci: il taglio a sublimazione, il fascio laser porta il materiale al suo punto di vaporizzazione direttamente (sublimazione). Un gas di taglio inattivo (inerte) come l'azoto costringe il materiale fuso fuori dal taglio. I materiali tipici sono, tra gli altri, legno e plastica. Anche i metalli sottili possono essere tagliati in questo modo.

il taglio a alte temperatura (taglio dell'ossigeno) al contrario, è caratterizzato dal fatto che il materiale viene riscaldato solo alla sua temperatura di accensione. L'ossigeno viene utilizzato come gas di taglio, in modo che il materiale bruci e formi un ossido che si scioglie attraverso l'energia aggiuntiva dalla combustione. L'ossigeno di taglio quindi forza le scorie fuori dal taglio. Il materiale tipico è, ad esempio, l'acciaio bassolegato (acciaio dolce).

Per il taglio per fusione, il materiale viene fuso direttamente dal raggio laser. Come per il taglio a sublimazione, un gas inerte, di solito azoto, viene utilizzato anche qui per forzare il materiale fuso fuori dal taglio. Questo processo viene in genere utilizzato per gli acciai in lega (acciaio inossidabile).

Caratteristiche:

  • Spessore lamiera: 1 mm fino a 25 mm
  • Tipico: 0,5 mm fino a 20 mm

Caratteristiche principali:

  • La luce laser può essere ben focalizzata ca. 0,2 mm
  • Densità di potenza molto elevata (alcuni MW/cm2)
  • Qualità di taglio da alta a media (ruvidità)
  • Superfici metalliche perfette (ossidizzate) o metallicamente vuote (taglio gas inerte ad alta pressione)
  • Modifica del materiale per calore: bassa
  • Indurimento all'interno dell'area della zona interessata dal calore (HA) con indurimento

Tutti i processi Laser hanno in comune che, a causa della messa a fuoco ridotta del raggio laser, la larghezza del taglio (larghezza del taglio) è molto piccola rispetto agli altri processi di taglio termico. Il materiale asportato dal taglio che viene fuso e minimo e l'energia richiesta  viene dalla sorgente viene utilizzata in modo molto efficiente. L'ingresso del calore nel materiale è quindi relativamente basso in modo che anche piccole geometrie possano essere tagliate senza alcun problema. Inoltre, il bordo di taglio è perpendicolare per tutto il processo di taglio. Ciò significa che il taglio laser viene utilizzato nelle aree più diverse, in particolare dove è richiesta un'elevata precisione per la geometria del componente e il bordo di taglio. La gamma spessori di taglio preferita per le lamiere d'acciaio è fino a uno spessore del materiale di 20 mm, in determinate circostanze fino a 25 mm. Per questa applicazione vengono utilizzati principalmente sorgento CO2 o Laser Fibra. Per spessori maggiori, il taglio laser ha senso solo per applicazioni speciali. In alcuni casi per ottenere ancora più flessibilità, il taglio laser può essere combinato con il taglio plasma. 

Opzioni di taglio

Contatti

Messer Griesheim Saldatura s.r.l.


Corso Sempione 44
20154 Milano
Italia

+39 0236556700
e-mail

Macchine adatte

MultiTherm®


Laser con sorgente a Fibra dritto / smussatura

OmniMat®


Laser con sorgente a Fibra dritto / smussatura

Di Più  

LaserMat® II


CO2 Laser dritto / smussatura

PowerBlade®


Laser con sorgente a Fibra dritto / smussatura